Sesso Gratis: donne mature cercano

Problemi sessuali: il principale problema è quello di trovare sesso gratis. Avvocati come Antonietta Villa hanno sempre voluto fare pompini gratis e desiderato farsi fare delle grandi sborrate nel culo e nelle fighe; purtroppo non avevano le caratteristiche minime di attrattiva che si richiedono alle puttane di mestiere o alle puttane per hobby; decidono quindi di andare a fare gli avvocati; il mestiere più vicino a quello della puttana è il mestiere dell’avvocato, come il mestiere del ladro è il più vicino a quello del poliziotto.

Riepilogando i principi fin qui esposti, Chat gratis senza registrazione è utile all’uomo e alla donna perché: entrambi possono apprezzare il beneficio e il gusto di farsi inculare. Per una corretta prassi di Sesso Anale, per inculare bene e per godere Chat gratis senza registrazione. Per le migliori scopate e le più belle inculate, Chat gratis senza registrazione; la donna magra si incula benissimo e può essere una bella esperienza veder sparire un gran cazzo dentro culo di una donna piccolissima; il buco del culo è una delle migliori invenzioni della natura; il buco del culo è forse l’unica prova terrena dell’esistenza di un disegno divino volto alla perfezione a all’armonia. Ciò premesso, andiamo a vedere come semplificare la vita di chi si vuole connettere con  Chat gratis senza registrazione e non vuole stressarsi troppo, eliminando per prima cosa tutti i soliti pregiudizi e i luoghi comuni prevalenti. A causa della nostra malintesa cultura cattolica, siamo inclini a pensare che gli eventi positivi debbano essere sempre caratterizzati dalla pena, dal sacrificio e dalla sofferenza. Siamo qui altresì a sostenere che a volte è vero proprio il contrario.

Donne mature cercano: incontra donne mature nella tua città.

-

About VergineCertificata

Ivana Giacomello, giornalista e avvocato, laureata in Scienze Economiche Restrittive, con lode, alla Bocchini-Bocconi, con specializzazione in PADRVE (Politiche Austere e Diete Rigorosissime Ventennali) che le ha consentito anche di ottenere il prestigioso titolo onorifico Magna-Carta, in mancanza di polenta, dall'IMF (Impegno Mondiale per la Frugalità); laureata a soli 19 anni, ancora Vergine, Ivana Giacomello si è guadagnata il titolo di Vergine Certificata, che ancora conserva con orgoglio e con il quale firma tutti i suoi articoli e che ha mantenuto anche dopo aver dato alla luce due idioti, figli di padre ignoto; il miracolo si è ripetuto, esattamente come era capitato a quel tale figlio di falegnami che, stando alle favole religiose, tutte, perché sono tutte uguali, è stato prodotto da una vergine, da una donna che praticava esclusivamente sesso anale da quando, giovanissima, aveva iniziato a far sparire cazzi col culo all'insaputa dei familiari e dei colleghi di lavoro. Presso gli archivi della Guardia di finanza e di altri organi di polizia giudiziaria, come pure presso tutte le agenzie di spionaggio e l'ufficio politico, Ivana Giacomello, grande succhiatrice di pisello, era anche nota anche come "Ivana la puttana" e "Ivana Gran Puttana", alla quale non era dato l'uso della lingua italiana. Grazie alla superficialità con la quale faceva le sue indagini giornalistiche e alle sue patetiche competenze linguistiche, Ivana aveva un trafiletto fisso su una rubrica del Corriere della sega, presso il quale si era trovata ad ammirare un altro giornalista semi-analfabeta: Beppe Sederini, al quale aveva anche fatto parecchi pompini. E fu proprio per lui che la Giacomello, per noi, affettuosamente, Vergine Certificata, sempre e soltanto inculata, scrisse le famose "sedici regole per i succhiatori" che lo stesso Sederini enunciò, senza richiesta né invito da parte di nessuno, nella conferenza ai succhiatori della Commissione Europea. Ispirato al Montanelli, che dai tempi di Mussolini era sempre stato un opportunista per difetto naturale d'animo, Beppe Sederini si lasciò proferire la seguente sequela di inutili ovvietà, pensando che qualcuno potesse veramente essere interessato al suo inutile e sfarfallante "pensiero": 1) Avere qualcosa da succhiare 2) Succhiarlo 3) Leccarlo brevemente 4) Non tirarlo (semmai, accarezzare la parte pendente e arricciata sotto) 5) Farlo restare diritto e chiaro 6) Farlo venire subito 7) Leccare lo scroto in modo interessante 8) Usare il dito italiano (infilarlo nell'ano) 9) Non calpestare i coglioni (quelli vanno solo leccati) 10) Non gettare mozziconi dal finestrino 11) Non Spegnere le luci, vale la pena di fare video e foto 12) In caso di nebbia, accendere gli antinebbia 13) Non sprecare neanche una goccia 14) Accogliere gli spruzzi e gli schizzi 15) In vista di grandi eiaculate, rallentare (ma bere a garganella) 16) Evitare i morsi alla cappella.
This entry was posted in racconti erotici. Bookmark the permalink.